Italian
English
German
French

ETC fisici di rame e nichel: Un'eccitante alternativa all'esposizione sintetica

GPF Physical Copper Exchange Traded Commodities (ETC) e Physical Nickel ETC sono stati progettati per fornire agli investitori un'esposizione diretta al metallo fisico e ai prezzi spot. I titoli dell'ETC sono fisicamente sostenuti da pacchi di rame e nichel, che sono detenuti in modo sicuro come diritti degli investitori. Alla vendita dei titoli, gli investitori ricevono contanti che sono finanziati dai proventi di vendita del metallo

Metal.Digital: 02/08/2021

GPF Physical Copper Exchange Traded Commodities (ETC) e Physical Nickel ETC sono stati progettati per fornire agli investitori un'esposizione diretta al metallo fisico e ai prezzi spot. I titoli dell'ETC sono fisicamente sostenuti da pacchi di rame e nichel, che sono detenuti in modo sicuro come diritti degli investitori.  Alla vendita dei titoli, gli investitori ricevono contanti che sono finanziati dai proventi di vendita del metallo1

Questi ETC fisici di rame e nichel sono a disposizione degli investitori grazie alla sponsorizzazione del Global Palladium Fund (GPF), fondato da Norilsk Nickel nel 2016 per aumentare l'accessibilità ai metalli di base, rari e preziosi del mondo.  Norilsk Nickel è il più grande produttore mondiale di palladio e di nichel di alta qualità, e un importante produttore di platino e rame.2 .  I due nuovi ETC seguono il lancio dei prodotti Oro, Argento, Platino e Palladio nel primo trimestre del 2021; tutti gli ETC sono strutturati per fornire agli investitori i vantaggi della proprietà fisica del metallo.3

Questo articolo spiega come questi ETC fisici forniscano un'esposizione semplice, a basso costo e trasparente, fornendo nuove opzioni per gli investitori in materie prime a lungo termine, in contrasto con gli ETC sintetici che tendono ad essere complessi, attraggono costi più elevati ed esposizioni più volatili.

Prodotti scambiati in borsa sintetici

Gli Exchange Traded Products (ETP) possono impiegare i derivati per due scopi: attraverso swap che acquisiscono esposizione economica da una terza parte e tracciando i futures.  Per esempio, il COPA, un ETC sul rame scambiato nelle borse di Londra e dell'Europa continentale, ottiene la sua esposizione tramite swap che seguono un indice futures.4

Gli ETP utilizzano gli swap quando le strategie di investimento sono costose, complesse o difficili da implementare, come nel caso di alcune materie prime, dei mercati emergenti globali o degli indici di piccole imprese, o per raggiungere altri obiettivi come la riduzione delle imposte sui dividendi.

Gli ETP basati su swap stipulano contratti derivati con una o più istituzioni finanziarie, in genere una banca d'investimento, ricevendo il rendimento di specifiche attività in cambio di pagamenti in contanti.  Lo scopo è quello di fornire agli investitori dell'ETP l'esposizione economica richiesta senza l'inconveniente di detenere e gestire le attività.

Questi accordi sono efficaci nell'eliminare gli svantaggi derivanti dalla proprietà delle attività, tuttavia creano altri problemi tra cui le dipendenze tra le parti e le complessità strutturali. 

Rischio residuo di controparte

Gli ETP basati su swap hanno un'esposizione di controparte nei confronti del fornitore di swap che riceve il capitale degli investitori e in cambio fornisce un'esposizione alla performance dell'attività sottostante e deve restituire il capitale degli investitori al momento del riscatto.  Contro questo rischio di controparte viene tenuta una garanzia, che nel modello finanziato è tenuta in un conto segregato presso un depositario indipendente o nel caso del modello non finanziato la garanzia viene acquistata dal fornitore di swap attraverso un accordo di riacquisto. 

Il collaterale ha lo scopo di mitigare questo rischio di controparte, ma in pratica i rischi residui rimangono.  Il collaterale include normalmente obbligazioni governative e societarie, nonché azioni.  Sebbene il collaterale sia rivalutato e aggiustato quotidianamente e la sovracollateralizzazione possa fornire un cuscinetto, il profilo di rischio del collaterale può differire materialmente dall'esposizione all'investimento dell'ETP, il che significa che la volatilità infragiornaliera può comportare una sottocollateralizzazione. 

In caso di insolvenza di una controparte swap, normalmente un'importante istituzione finanziaria, è probabile che i mercati obbligazionari e azionari sperimentino una volatilità anomala, riducendo la protezione del collaterale nel momento più necessario.  In caso di fallimento di un fornitore di swap, come si è visto dopo il crollo di Lehman Brothers, si avrebbero costi significativi, incertezze e ritardi nell'entrare in possesso delle garanzie, impedendo una gestione attiva. 

Esposizioni ai futures

Gli ETP su materie prime tracciano efficacemente gli indici basati sui futures attraverso gli swap per evitare le difficoltà pratiche associate al possesso di azioni fisiche.  I rendimenti degli investimenti per gli ETP strutturati in questo modo si basano sui prezzi dei futures.  I prezzi dei futures si basano sui prezzi a pronti, ma sono influenzati da fattori aggiuntivi come le aspettative dei prezzi futuri, l'inflazione, i tassi di interesse e i costi di trasporto. 

Per mantenere l'esposizione alle attività, gli investitori devono rollare i contratti futures prima della scadenza e acquistare contratti con una data più lunga. I prezzi dei futures che tendono al rialzo su periodi di regolamento più lunghi sono definiti in contango, mentre i prezzi dei futures che tendono al ribasso sono definiti backwardation. I rendimenti dei futures saranno quindi diversi dai rendimenti delle materie prime fisiche a causa dei costi aggiuntivi nel caso di un mercato in contango, o guadagnare un rendimento nel caso di backwardation. 

I mercati dei futures differiscono dai mercati fisici perché si prestano ad essere utilizzati da speculatori attratti da fattori come l'alta volatilità.  I partecipanti al mercato che speculano sui cambiamenti di prezzo a breve termine tendono ad essere più tolleranti ai costi più elevati delle esposizioni sintetiche.

Per gli investitori che attribuiscono grande importanza agli standard ambientali e sostenibili, l'esposizione ai metalli basata sui futures può essere problematica in quanto non è possibile tracciare l'esposizione dell'investimento al metallo reale o alle fonti di approvvigionamento.

Valutazione dei costi

Le commissioni dei fornitori di swap possono essere incluse nel total expense ratio dell'ETP, divulgate come voce separata o inserite nel rendimento dello swap, rendendo le spese difficili da accettare per gli investitori dal punto di vista della governance.  In genere i costi degli swap tendono ad essere dell'ordine di 50bps all'anno. 

Il costo dello stoccaggio delle materie prime, l'assicurazione e il finanziamento significano che i rendimenti a lungo termine dei futures tendono ad essere inferiori a quelli degli investimenti fisici. 

Complessità contro semplicità

A causa di queste complessità, gli investitori che valutano gli ETP basati su swap hanno numerosi fattori da valutare e con cui prendere confidenza, tra cui il rischio di controparte, il rischio di collaterale e il costo totale di proprietà.  L'esposizione ai futures fornisce ulteriori complessità da considerare nelle differenze tra i futures e i rendimenti spot.  Un potenziale investitore che esegue la due diligence dovrebbe valutare tutti questi fattori prima di investire; per esempio COPA, un ETC di rame scambiato a Londra e nelle borse europee, ottiene la sua esposizione attraverso swap garantiti che seguono un indice di futures. Al contrario, gli ETC GPF Physical Copper e Nickel offrono agli investitori i vantaggi della semplicità e della trasparenza.5

Questi ETC sono fisicamente sostenuti da pacchi di rame e nichel che sono detenuti in modo sicuro per coprire i diritti degli investitori, mitigando il rischio di credito e le considerazioni sul collaterale. 

Il valore di ogni titolo ETC è trasparente, basato sul prezzo spot quotato all'LME del metallo attuale, la quantità di metallo detenuta, il numero di titoli in circolazione e il diritto al metallo.  I costi di proprietà sono incorporati nel total expense ratio fisso, che incorpora i costi relativi a stoccaggio, sicurezza, movimento e assicurazione. 

La disponibilità di ETP di qualità superiore basati sul fisico, combinata con una maggiore consapevolezza dei rischi strutturali dopo la crisi finanziaria globale, aiuta a spiegare il calo dell'uso di prodotti sintetici.  Secondo un fornitore, nel 2010 quasi la metà di tutti gli ETF europei erano sintetici, nel 2019 questo era sceso a meno di un quinto.6

Investimenti di portafoglio

I portafogli di investimento istituzionali e dei clienti privati includono allocazioni alle materie prime per beneficiare della bassa correlazione delle attività reali con le attività finanziarie e della maggiore sensibilità all'inflazione.

Gli investitori a lungo termine tendono a favorire gli ETP sulle materie prime con supporto fisico, come si è visto con gli ETP sull'oro fisico che sono stati a lungo preferiti ai prodotti basati sui derivati.  L'esposizione ai prezzi spot riflette direttamente le dinamiche della domanda e dell'offerta, una considerazione importante per i metalli rame e nichel che sono input vitali per i componenti della rivoluzione energetica verde in corso, compresi i veicoli elettrici e le batterie, la generazione di elettricità e le infrastrutture di trasmissione. 

Una strategia alternativa con i futures in contango è quella di detenere sia fisici che futures, al fine di mitigare i costi di rollaggio e quindi ridurre il costo complessivo di proprietà.  Un'altra strategia è per i possessori di metallo fisico che si aspettano forti movimenti di prezzo di utilizzare i futures per ottenere un'esposizione a breve termine con leva o a breve prezzo.

Diventiamo fisici

Gli ETC fisici GPF su rame e nichel offrono agli investitori nuove alternative all'esposizione basata sui titoli sintetici.  Gli ETC fisici offrono agli investitori i vantaggi della proprietà del metallo combinando semplicità, trasparenza e bassi costi, insieme alla capacità di transare a prezzi spot che riflettono direttamente le dinamiche di domanda e offerta del metallo, tutti attributi interessanti per gli investitori a lungo termine. Queste caratteristiche contrastano con gli ETC sintetici che sono più complessi, hanno costi più elevati e forniscono un'esposizione a una maggiore volatilità.

Note a piè di pagina 

1. https://gpfmetals.com/

2.    https://www.nornickel.com/files/en/corporate_documents/company/profile/Nornickel_Booklet.pdf

3. https://gpfmetals.com/

4. https://www.wisdomtree.eu/en-gb/products/ucits-etfs-unleveraged-etps/commodities/wisdomtree-copper

5. https://www.wisdomtree.eu/en-gb/products/ucits-etfs-unleveraged-etps/commodities/wisdomtree-copper

6. https://www.lyxoretf.co.uk/pdfDocuments/Lyxor_Pragmatic%20replication%20guide.pdf

Grazie per aver letto questo articolo su Metal.Digital

Condividilo con la tua rete sociale

Altri Articoli